I nuovi FANG saranno questi ?

DiGiuseppe Scioscia

I nuovi FANG saranno questi ?

Condividi con i tuoi amici

Gli scambi più importanti di quest’anno non sono in tecnologia, azioni meme o criptovalute, ma in materie prime .

In mezzo all’attacco della Russia all’Ucraina, i prezzi del petrolio sono balzati oltre i 100 dollari al barile, i prezzi dell’oro sono aumentati – rompendo una propagandata correlazione con bitcoin come versione digitale del metallo giallo – e anche i prezzi di materie prime come grano e altri metalli sono aumentati.

E per tutto il tempo, leader tecnologici un tempo importanti come Facebook, Amazon, Netflix e Google, alias le azioni FANG, quest’anno hanno in gran parte vacillato.  

“Il nuovo FANG”, ha detto al Wall Street Journal Nick Giacoumakis, fondatore di NEIRG Wealth Management , “sarà costituito da carburante, agricoltura, risorse naturali e oro”.

Nella sua relazione, ha osservato che tra i 25 migliori risultati dell’S&P 500 quest’anno, 17 provengono dal settore energetico. Ciò include la Occidental Petroleum, che ha guadagnato oltre il 60%, e la Halliburton, che è cresciuta di circa il 40%. Anche le compagnie petrolifere Conocophillips, Exxon Mobil, Hess e Devon sono tra le migliori performance.

Quando la Russia ha attaccato l’Ucraina, l’Occidente ha reagito con una serie di sanzioni che hanno paralizzato l’economia di Putin e ha inviato un onda d’urto sui mercati globali.

Il petrolio russo, da parte sua, è stato in gran parte messo da parte, provocando un’impennata dei future sul greggio benchmark globale con prezzi che saranno ancora più alti, secondo alcuni esperti. La Russia è anche uno dei maggiori produttori di carbone al mondo, il che provoca prezzi elevati della merce.

Nel frattempo, anche il futuro dei prodotti agricoli come il grano sta volando, poiché l’Ucraina – che è stata soprannominata il paniere d’Europa – è concentrata sulla difesa dai soldati russi.

In mezzo alle turbolenze, i trader si sono rivolti all’oro, che è stato a lungo considerato un rifugio sicuro per gli investitori avversi al rischio. E con la Russia anche uno dei principali produttori di metalli, anche i prezzi di alluminio, rame, nichel e altri sono aumentati.

Clicca per votare questo articolo!
[Total: 1 Average: 5]

Info sull'autore

Giuseppe Scioscia administrator

Lascia una risposta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi